Il codice del diabete di Jason fung

Famiglia Salute Praticanti sanitari Jason Fung Stile di vita Medicinale Il codice del diabete

Prevenire il diabete di tipo 2 di tipo 2 in modo naturale

Il codice del diabete di Jason fung

Acquista libro - Il codice del diabete di Jason fung

Qual è l'argomento del libro The Diabetes Code?

Il Diabetes Code (2018) affronta una delle più gravi crisi di salute pubblica che affrontano il mondo occidentale: lo sviluppo del diabete di tipo 2, una malattia fortemente associata a scarsa alimentazione e obesità. Tuttavia, come dimostra Jason Fung, la situazione può essere girata. La cosa più essenziale è scoprire cosa funziona e cosa non funziona per te. Fung presenta un argomento convincente per un approccio nutrizionale per prevenire e curare il diabete di tipo 2, attingendo alla sua competenza professionale e alle prove scientifiche più recenti. Potresti iniziare a seguire questa strategia in questo momento, secondo Fung.

Chi è che legge il libro il codice del diabete?

  • Pazienti con diabete di tipo 2
  • Chiunque stia tentando di perdere peso
  • Terapisti nutrizionali e professionisti medici

Chi è esattamente Jason Fung?

Lo specialista medico Dr. Jason Fung è in pratica da più di un decennio. Il diabete di tipo 2, la nutrizione e l'obesità sono tra le sue specialità. È un noto sostenitore dell'uso del digiuno per trattare la condizione. L'Atlantico e il Daily Mail, tra le altre pubblicazioni, hanno pubblicato una serie di pezzi di Fung su argomenti relativi alla salute. Il suo libro popolare, The Obesity Code, è un best-seller ed è un ospite frequente su Fox News (2016).

Cosa c'è esattamente dentro per me? Una strategia passo-passo per superare il diabete di tipo 2.

Il diabete di tipo 2 è una pandemia contemporanea che colpisce milioni di persone. Quasi 400 milioni di persone soffrono di malattia in tutto il mondo, con 28 milioni che ne hanno sofferto solo negli Stati Uniti - e il numero sta crescendo. Qual è la radice del problema? Le diete pesanti da carboidrati e zucchero, combinate con uno stile di vita sedentario, hanno creato una situazione in cui i nostri corpi non sono in grado di tenere il passo. A sua volta, ciò porta a resistenza all'insulina e una serie di altri gravi problemi di salute. Sfortunatamente, la solita terapia per il diabete di tipo 1 non funziona nel caso del diabete di tipo 2, per qualsiasi motivo. In realtà, ci sono molti dati che suggeriscono che prendere iniezioni di insulina aumenta le tue possibilità di sviluppare malattie cardiovascolari, come colpi e attacchi di cuore, se hai il diabete di tipo 2.

Comunque, c'è una soluzione. Come dimostra Jason Fung nel suo libro il codice del diabete, le modifiche dietetiche e il digiuno intermittente possono aiutare i pazienti con diabete di tipo 2 a tornare sulla strada per la salute evitando procedure chirurgiche costose e invasive. Utilizzando le informazioni nelle seguenti note, scoprirai perché i farmaci potrebbero non essere la soluzione migliore per il diabete di tipo 2, sui pericoli della chirurgia di riduzione del peso e su come prevenire e curare il diabete di tipo 2 attraverso la modifica della dieta.

Il diabete è associato a livelli elevati di zucchero nel sangue, sebbene le cause di vari tipi di malattia siano distinte.

C'è stato un aumento del numero di persone con diagnosi di diabete, in particolare del diabete di tipo 2. I numeri sono allarmanti: un ospedale di New York ha recentemente rivelato che stava trattando dieci volte più pazienti con diabete nel 2000 come lo era stato nel 1990, con il diabete di tipo 2 che rappresentava la stragrande maggioranza di nuovi casi. Il diabete è una malattia metabolica caratterizzata da elevati livelli di zucchero nel sangue. Esistono quattro tipi principali di diabete. I tipi 1 e 2, nonché il diabete gestazionale, causato da elevati livelli di zucchero nel sangue durante la gravidanza, sono tutti esempi di diabete. Altre forme della malattia sono legate a questioni ereditarie e a un pancreas malfunzionante, tra le altre cose.

La sete e l'impulso di fare pipì su base regolare sono tra i sintomi. Entrambi questi sintomi indicano che i reni del paziente non stanno elaborando correttamente la glicemia o per usare il suo termine ufficiale, il glucosio, nel suo corpo. Il corpo reagisce tentando di rimuovere l'eccesso di glucosio dal flusso sanguigno urinando spesso. Ecco alcune delle distinzioni chiave tra il diabete di tipo 1 e di tipo 2. Il primo è una condizione causata da una risposta autoimmune. Ciò indica che il sistema immunitario del corpo sta prendendo di mira le cellule che producono insulina. L'insulina è l'ormone incaricato di controllare i livelli di zucchero nel sangue nel corpo. Quando il corpo non è in grado di produrre abbastanza insulina, i livelli di zucchero nel sangue aumentano drasticamente. È per questo motivo che i pazienti con diabete di tipo 1 hanno bisogno di iniezioni di insulina per vivere in salute.

Il diabete di tipo 2, d'altra parte, è diverso. Il più delle volte, è la conseguenza di una dieta cattiva e ricca di zucchero. Nel tentativo di controllare tutto lo zucchero consumato, il corpo reagisce generando enormi quantità di insulina. La resistenza all'insulina si sviluppa nelle cellule del corpo nel tempo. Ciò implica che non sono più sensibili all'insulina poiché il corpo ne ha prodotto una quantità eccessiva. Di conseguenza, le iniezioni di insulina non sono molto efficaci per il trattamento del diabete di tipo 2, secondo la ricerca. Dopotutto, il problema non è una carenza di insulina - come nel caso del diabete di tipo 1 - ma piuttosto un eccesso di insulina.

Il diabete di tipo 2, come l'obesità, non può essere curato semplicemente riducendo il consumo calorico a un livello sano.

Il modo in cui spieghiamo il mondo è sempre in evoluzione. Siamo sempre alla ricerca di nuovi termini per caratterizzare nuovi eventi. Ad esempio, considera la parola "bromance", che è un termine spesso usato per indicare interazioni intime e non sessuali tra due ragazzi. Tuttavia, hai mai sentito parlare del termine "diabesità"? Ancora una volta, è un conio relativamente recente che funge da mezzo efficace per attirare l'attenzione su una nuova tendenza nella società occidentale: la pandemia di individui che soffrono sia di obesità che di diabete di tipo 2. Diversi decenni fa, Walter Willett, specialista nutrizionale presso la Harvard University, ha fatto una dimostrazione convincente della stretta relazione tra obesità e diabete di tipo 2 nell'uomo.

Secondo le sue scoperte, l'aumento del peso post-pubertà è il fattore più importante per aumentare la possibilità di sviluppare il diabete di tipo 2 dopo la pubertà. Ad esempio, guadagnare tra 44 e 77 sterline aumenta il rischio di sviluppare la malattia di un'incredibile 11.300 per cento! Nel 1995, Willett e i suoi colleghi hanno condotto indagini di follow-up sulle loro scoperte. Questi hanno rivelato che anche un piccolo peso aumenta in modo significativo aumentato la probabilità di sviluppare il diabete di tipo 2. Il diabete di tipo 2 ha il 90 percento in più di probabilità che si verifichi in coloro che guadagnano da 10 a 20 libbre al di sopra del loro peso ideale. Sfortunatamente, ci è voluto molto tempo prima che queste scoperte fossero generalmente riconosciute dalla più ampia comunità medica come legittima. Tuttavia, non vi è più spazio per la controversia sul fatto che il diabete di tipo 2 è strettamente legato all'aumento del peso e all'obesità.

Va notato che mangiare meno calorie non curerebbe né l'obesità né il diabete di tipo 2, come precedentemente affermato. Affinché i nostri corpi bruciassero meno calorie, devono ridurre i loro tassi metabolici: la quantità di energia necessaria per far battere i nostri cuori e funzionare il nostro cervello. Una improvvisa riduzione dell'apporto calorico quotidiano, nonostante sia stata la risposta raccomandata da medici e nutrizionisti, semplicemente non funziona. Alla fine, i nostri ormoni sono responsabili della nostra percezione della fame e dell'apporto calorico. I nostri livelli di insulina, per essere più precisi, sono il colpevole. Ciò implica che la chiave per perdere peso è ridurre il più possibile i nostri livelli di insulina. Ridurre l'assunzione totale di cibo non aiuterà a raggiungere questo obiettivo. Quello che dobbiamo effettivamente fare è stare lontano da determinati tipi di cucina.

La resistenza all'insulina è prodotta da depositi di grasso nel fegato e può manifestarsi in breve tempo.

La maggior parte degli individui è consapevole che l'eccessiva assunzione di alcol è dannosa per il proprio fegato. Tuttavia, quando si tratta di compromissione del fegato, l'alcol non è l'unico fattore da considerare. Cominciamo con il glicogeno, che è una sostanza chimica di cui i nostri corpi devono conservare carboidrati per funzionare correttamente. Se consumato in eccesso, provoca depositi grassi nel fegato, il che alla fine si traduce in resistenza all'insulina. Quando si tratta di diabete di tipo 2, l'insulino -resistenza è il primo passo sul percorso. L'assunzione di carboidrati e proteine ​​estremo è la causa di questa condizione. Invece di essere immagazzinato in tutto il corpo come altri lipidi dietetici, il glucosio da proteine ​​e carboidrati viene consegnato direttamente al fegato per l'uso come energia. Una volta raggiunto il fegato, viene trasformato in glicogeno, che può essere utilizzato per mantenere i livelli di zucchero nel sangue quando i livelli di glucosio del corpo diminuiscono.

Il corpo, d'altra parte, inizia a convertire altri glicogeni in grasso, che viene successivamente esportato in altre aree del corpo dopo che la riserva è stata esaurita. Le difficoltà iniziano quando il nostro fegato non è in grado di tenere il passo con la nostra proteina e l'assunzione di carboidrati. Quando ciò si verifica, il grasso non viene più esportato, ma invece viene mantenuto nel fegato per lo stoccaggio. Inoltre, quando il fegato diventa più grasso, diventa meno capace di assorbire il glucosio aggiuntivo. Viene rilasciato quando i nostri livelli di zucchero nel sangue aumentano, il che è una buona cosa. A sua volta, questo stimola il fegato ad assorbire più glucosio nelle sue cellule. Una volta che il fegato inizia a lottare con il compito di elaborare il glucosio, viene prodotta ancora più insulina per correggere la situazione. Di conseguenza, viene creato un ciclo vizioso. Maggiore è la quantità di insulina presente nei nostri corpi, meno il fegato risponde a questo ormone. Questo è ciò a cui i medici si riferiscono quando parlano della resistenza all'insulina.

Lo sviluppo di un fegato grasso e resistente all'insulina non è difficile da raggiungere. Nel 2008, la neurologa Suzanne de la Monte ha condotto una ricerca che ha scoperto che gli individui possono acquisire resistenza all'insulina in appena tre settimane consumando 1000 calorie o più di snack zuccherati ogni giorno. Nel corso di tre settimane malsane, il peso corporeo del partecipante è cresciuto del due percento, ma la quantità di grasso immagazzinata nel fegato è cresciuta di un incredibile 27 percento! È possibile invertire gli effetti del fegato grasso tornando a una dieta regolare che contiene meno carboidrati e meno fruttosio.

L'assunzione crescente di fruttosio è un fattore che contribuisce alla prevalenza della malattia epatica grassa.

Nel 2009, l'endocrinologo Robert Lustig ha pubblicato un video su YouTube che è diventato rapidamente popolare, guadagnandogli il titolo "Dr. Youtube". Molte persone avevano a lungo creduto che lo zucchero fosse dannoso per il corpo e, in esso, ha verificato i loro sospetti. In particolare, un tipo di zucchero è particolarmente dannoso per la salute umana. Lo zucchero può essere trovato sotto forma di fruttosio ed è un fattore significativo per lo sviluppo del diabete di tipo 2. Come per il glucosio, il fruttosio è dannoso per la salute e offre scarso beneficio nutrizionale, in particolare nelle sue forme trasformate. Tuttavia, viene fornito con una puntura aggiuntiva nella coda: il fegato non è in grado di abbatterlo. A causa del fatto che circa l'80 % del glucosio viene elaborato al di fuori del fegato, l'organo è responsabile solo di affrontare circa un quinto di tutto il glucosio ingerito. D'altra parte, il fruttosio viene assorbito direttamente nel fegato, dove può causare malattie del fegato grasso e, a lungo termine, il diabete.

Ciò è dovuto al fatto che il fegato non è in grado di digerire elevate quantità di fruttosio in cima alle enormi quantità di glucosio che riceve già da proteine ​​e carboidrati. Abbiamo notizie terribili, però: Fructosio sta attualmente giocando un ruolo più grande nelle nostre diete di quanto abbia mai giocato prima! E in esso è il problema: il fruttosio non è intrinsecamente dannoso per l'uomo; Piuttosto, è il consumo eccessivo di fruttosio che è dannoso per la nostra salute. Nel diciannovesimo secolo, la persona media consumava circa 15-20 grammi di fruttosio al giorno, principalmente sotto forma di frutti freschi che contenevano solo tracce di dolcificante. Le abitudini alimentari della gente, d'altra parte, hanno iniziato a cambiare dopo la seconda guerra mondiale. L'aumento della produzione di canna da zucchero e della barbabietola da zucchero ha contribuito in modo determinante a questo aumento. Negli anni '70, l'assunzione media giornaliera di fruttosio per persona era salita a 37 grammi a persona.

L'introduzione dello sciroppo di mais ricco di fruttosio, d'altra parte, si è rivelata lo sviluppo più dannoso. Era una fonte di zucchero a basso costo, e non passò molto tempo prima che veniva utilizzato in una varietà di merci trasformate industrialmente. Alla fine del secolo, potrebbe essere trovato in tutto, dalle salse alle cene congelate, al pane e ai dessert. Nel 2000, l'assunzione di fruttosio pro capite negli Stati Uniti era aumentata a 78 grammi al giorno. Non c'è dubbio che questo sia un fattore che contribuisce alla questione. Utilizzando i dati dello studio dell'autore, è stato scoperto che le nazioni in cui lo sciroppo di mais è popolare ha casi più alti del 20 % di diabete rispetto ai paesi in cui il consumo di fruttosio è inferiore.

Le iniezioni di insulina non sono la soluzione al diabete di tipo 2 poiché il corpo non può tollerare alti livelli di insulina.

Non vi è dubbio che la capacità di produrre insulina nei laboratori e la cura del diabete di tipo 1 sia stata un progresso medico significativo. Le iniezioni di insulina, d'altra parte, non sono una panacea nella battaglia contro il diabete di tipo 2. Il diabete di tipo 2 e l'obesità sono più che semplicemente problemi di salute e fitness. Se non trattati, possono progredire verso le malattie cardiovascolari, il che può provocare insufficienza cardiaca. Prendere iniezioni di insulina non è molto utile in questa situazione. Mentre possono aiutare i pazienti con diabete di tipo 2 nella regolazione dei livelli di zucchero nel sangue a breve termine, l'uso a lungo termine può essere dannoso per la salute e il benessere generali. In rari casi, possono persino provocare la morte di una persona in tenera età. Nel 1949, G.L. Duff e G.C. Macmillan ha dimostrato che è stato così. I loro esperimenti sugli animali hanno mostrato che elevati livelli di insulina possono provocare l'aterosclerosi, che è un indurimento delle arterie che è stata correlata agli attacchi di cuore e alle colpi nell'uomo.

La ricerca moderna ha anche dimostrato che le iniezioni di insulina sono inefficaci per il trattamento del diabete di tipo 2, come si credeva in precedenza. Hanno dimostrato in molte occasioni che la riduzione dei livelli di zucchero nel sangue aumenta davvero la possibilità di sviluppare malattie cardiache. Considera il grande studio di accordo condotto dal National Institutes of Health negli Stati Uniti nel 1999, in cui gli scienziati hanno esaminato se la terapia con insulina potrebbe ridurre la mortalità cardiovascolare tra i pazienti con complicanze diabetiche di tipo 2. Una serie di pazienti ha ottenuto dosaggi di insulina regolari e medicina cardiaca. L'altro gruppo no. Al secondo gruppo sono stati somministrati dosaggi maggiori di insulina e medicina cardiaca rispetto al primo. L'obiettivo era ridurre i livelli di zucchero nel sangue del secondo gruppo il più rapidamente possibile.

La ricerca è stata un fallimento completo e totale. I pazienti che hanno ricevuto maggiori quantità di insulina e medicina sono morte del 22 % in più rispetto a quelli che hanno ricevuto livelli regolari, secondo i risultati dello studio. Alla fine della giornata, l'intera ricerca ha dovuto essere demolita. Nel 2010, lo scienziato canadese J.M. Gamble ha condotto un'altra ricerca sull'argomento. Ha scoperto che gli individui con diabete di tipo 2 che avevano terapia con insulina avevano il 279 % in più di probabilità rispetto ad altri pazienti di avere una malattia coronarica rispetto alla popolazione generale.

Anche se la chirurgia bariatrica può essere un trattamento di grande successo per il diabete di tipo 2, non è l'opzione più ottimale in tutti i casi.

L'obesità è un importante problema di salute pubblica. Uno dei pazienti dell'autore, Adrian, pesa 208 kg ed è stato licenziato dal suo lavoro a causa delle sue condizioni di salute in deterioramento. Numerosi individui che si trovano in una posizione simile contemplano il perseguimento di un'opzione drammatica come la chirurgia di riduzione del peso elettivo. È indicato come chirurgia bariatrica e comporta la rimozione di una parte significativa dello stomaco. È un trattamento di grande successo per il diabete di tipo 2 e, nella maggior parte dei casi, la condizione svanisce semplicemente dopo che i pazienti hanno la procedura. Allora, come funziona? L'intervento, d'altra parte, riduce significativamente la quantità di calorie che possono essere consumate. Ciò offre al fegato l'opportunità di esaurire le sue riserve di glicogeno e bruciare i depositi grassi che lo avevano fatto diventare resistenti all'insulina.

Quando il P.R. Schauer e i suoi colleghi hanno condotto uno studio presso la Cleveland Clinic nel 2012, sono stati in grado di dimostrare quanto potesse avere successo la procedura. I pazienti con diabete di tipo 2 che hanno avuto un intervento chirurgico bariatrico hanno avuto una salute molto migliore rispetto alle loro controparti che hanno ottenuto la terapia con insulina, secondo lo studio. È stato possibile interrompere completamente il farmaco diabetico dei pazienti precedenti dopo tre mesi: sono stati completamente guariti! Ciò è vero per il 95 percento degli individui diabetici di tipo 2 che subiscono la procedura. Per oltre il 70 percento di tutti i pazienti, la chirurgia bariatrica offre ulteriori vantaggi come la riduzione del peso a lungo termine e la riduzione della pressione sanguigna. Quindi deve essere la panacea che abbiamo cercato, non credi?

No, per niente. Uno dei problemi è che l'operazione è molto costosa e estremamente invadente e ha il potenziale per causare una varietà di problemi lungo la linea. Il sanguinamento interno, l'infezione e la riduzione dell'assorbimento nutrizionale sono solo alcune delle complicanze. Tuttavia, c'è un rivestimento d'argento in questa nuvola. La buona notizia è che i benefici benefici della chirurgia bariatrica possono essere realizzati attraverso una procedura molto più semplice di quanto si pensasse in precedenza. Li daremo un'occhiata in modo più dettagliato nella prossima sezione.

Il diabete di tipo 2 può essere prevenuto e invertito eliminando il fruttosio e i carboidrati trasformati nella dieta.

Alla fine del 2015, un ospedale del Texas ha dovuto affrontare il primo paziente con diabete di tipo 2 che aveva tre anni, rendendolo il più giovane paziente con diabete registrato. Secondo me, questa è un'indicazione abbastanza forte che la malattia è sfuggita di mano e che comprendere come prevenire e curare il diabete di tipo 2 è più essenziale oggi di quanto non sia mai stato. Quindi, cosa puoi fare per fermarlo o almeno rallentarlo? Ci sono due tecniche molto potenti che puoi usare in questo momento. Il primo è stare lontano dal fruttosio. Il posto più evidente per iniziare è rimuovere lo zucchero dalla tua cucina e dal tavolo da pranzo del tutto. Ciò vale per il saccarosio, che è uno zucchero costituito da una parte di glucosio e una parte di fruttosio, nonché sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio, tra le altre cose.

Quando elimini il fruttosio dalla tua dieta, devi essere cauto con gli articoli che lo contengono poiché è spesso nascosto in essi. Le bevande dolci come cocktail, frullati e acque aromatizzate ne sono esempi. Le ovvie eccezioni a questa regola sono caramelle, torte e pasticcini. Tuttavia, tieni presente che il pane e la pasta includono spesso zucchero aggiuntivo. Per essere al sicuro, leggi l'elenco dei contenuti ed evita di acquistare tutto ciò che contiene zucchero dallo scaffale del negozio. Quando si tratta di salse, condimenti e persino carni, si consiglia anche di procedere con cautela. Lo zucchero è un metodo semplice ed efficace per migliorare il sapore di qualsiasi pasto. Poiché i commercianti e i produttori ne sono consapevoli, lo includono nei loro beni. Mangiare fuori, in particolare se è qualcosa che fai su base regolare, può essere un campo minato di pericolo. Non dovresti essere imbarazzato nel chiedere informazioni sul tuo server sul livello di fruttosio di diversi pasti prima di effettuare l'ordine.

Il secondo approccio che potresti utilizzare per prevenire e curare il diabete di tipo 2 è quello di evitare il più possibile i carboidrati elaborati. I carboidrati raffinati sono tra i peggiori gruppi alimentari da consumare perché hanno un ruolo nell'aumento dei livelli di insulina a livelli pericolosamente alti. Quindi evita i beni raffinati a base di grano come pane, pasta, tortillas a base di mais, popcorn, patatine, patatine e riso bianco, nonché farina bianca. Ciò non significa che devi abbandonare completamente i tuoi vecchi preferiti. Non tutti i carboidrati sono cattivi per te: se sostituisci carboidrati non raffinati come riso integrale e pasta integrale per carboidrati raffinati, potresti comunque goderti molti dei tuoi pasti preferiti. Queste alternative non stimolano la produzione di insulina quasi quanto i loro equivalenti raffinati e possono essere inclusi in una dieta equilibrata quanto un sostituto dei carboidrati raffinati.

Quando elimini i carboidrati raffinati dalla tua dieta, crei un vuoto nella tua strategia nutrizionale. Riempilo di cibi grassi nutrienti come oli di alta qualità, frutti di mare, avocado e noci per farti sentire pieno.

Il digiuno intermittente è un trattamento molto più efficace per il diabete di tipo 2 rispetto alla gestione delle porzioni su base regolare.

Il digiuno è stato a lungo riconosciuto come trattamento per il diabete. La prima volta che è stata raccomandata come terapia per il diabete è stata nel 1916 da Elliott Joslin, un esperto pionieristico del diabete americano. Da allora, tuttavia, molto è cambiato nel campo medico nel suo insieme. Oggi, l'enfasi viene sempre più posta sull'uso dei farmaci per gestire il diabete. Tuttavia, è passato il momento di riscoprire trattamenti più convenzionali. Quindi, cos'è esattamente il digiuno e come funziona? Un'opzione è seguire un regime di controllo delle porzioni giornaliere, sebbene questa non sia probabilmente la soluzione ideale. Currerare il diabete e l'indurre una riduzione del peso non sono obiettivi semplici da raggiungere da soli. Considera i risultati di una ricerca britannica del 2015, che ha esaminato l'efficacia della consulenza nutrizionale standard, incentrata sulla gestione delle porzioni, e ha scoperto che questa strategia non è riuscita al 99,5 per cento di tutti i partecipanti. Semplicemente non hanno lasciato cadere una quantità significativa di peso.

Il motivo per cui non funziona è perché ridurre l'apporto calorico quotidiano ha solo l'effetto di rallentare il tasso metabolico, sollevando contemporaneamente la tua sensazione di fame. Ciò è molto difficile da mantenere e la maggior parte delle persone dietetiche alla fine si arrende e torna al loro peso precedente. Il digiuno intermittente è una strategia molto più efficace. Per la maggior parte, ciò implica astenersi da tutti i pasti per un certo periodo di tempo, che può essere qualsiasi cosa da un giorno a una settimana. Successivamente, le persone possono riprendere le loro regolari abitudini alimentari. Di conseguenza, è molto più semplice da eseguire rispetto alla macinatura quotidiana del controllo delle porzioni poiché la quantità di lavoro necessaria per seguire questo tipo di strategia è focalizzata. E, soprattutto, è efficace! Una diminuzione della produzione di insulina è causata dal digiuno, il che significa che il corpo rimane sensibile all'insulina piuttosto che diventare resistente all'insulina a causa dell'ormone.

L'efficacia di questa tecnica è stata ulteriormente dimostrata in una ricerca del 2011 condotta da N.M. Harvie nel Regno Unito. Harvie ha condotto un confronto tra due gruppi di persone a dieta. Il primo ha seguito una dieta mediterranea con una restrizione calorica, mentre il secondo ha mangiato normalmente per cinque giorni alla settimana e ha digiunato negli altri due giorni. Nel periodo di sei mesi dopo l'inizio dello studio, entrambi i gruppi hanno perso peso, ma il secondo gruppo aveva livelli di insulina molto più bassi rispetto al primo. Di conseguenza, sembra che il digiuno intermittente possa essere il trattamento più efficace per il diabete di tipo 2. Il digiuno è benefico perché riduce i livelli di insulina e la resistenza all'insulina, entrambi i quali contribuiscono alla malattia.

L'ultimo capitolo del libro The Diabetes Code.

Il messaggio più importante in queste note è: il diabete di tipo 1 e di tipo 2 sono malattie molto diverse con risultati molto diversi. Rispetto al diabete di tipo 2, che è definito da bassi livelli di insulina, il diabete di tipo 1 è caratterizzato da livelli di insulina pericolosamente elevati, che a loro volta si traducono in insulino -resistenza e una varietà di gravi problemi di salute. La buona notizia è che il diabete di tipo 2 può essere invertito se rilevato abbastanza presto. Con una combinazione di evitamento dei carboidrati e un cambiamento nella dieta, sarai sulla buona strada per riprendersi dalla tua malattia. I consigli che possono essere messi in azione il digiuno sono utili, ma è necessario scegliere un regime adatto alle tue esigenze individuali. Mentre il digiuno intermittente ha dimostrato di essere un metodo efficace per ridurre i livelli di insulina, ha bisogno di una messa a punto per ottenere i risultati desiderati. Se sei nuovo nel concetto, è meglio parlare prima con un professionista medico o nutrizionale. Il prossimo passo è scoprire una dieta e un piano di esercizio che funzioni per il tuo metabolismo. Le persone hanno preferenze diverse quando si tratta di digiuno. Alcuni preferiscono i digiuno più lunghi meno spesso, mentre altri preferiscono digiuno più frequenti ma più brevi. Sperimentare è la chiave del successo. Sperimenta il digiuno per 3-4 giorni ogni due mesi o semplicemente la cena e il digiuno per diciotto ore prima di colazione ogni giorno. Inoltre, prova a mantenerti adeguatamente idratato durante qualsiasi regime tu scelga e di smettere se ti senti male!

Acquista libro - Il codice del diabete di Jason fung

Scritto da BrookPad Team basato sul codice del diabete di Jason Fung



Post più vecchio Post più recente


lascia un commento

Si prega di notare che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati